Home » INNOVAZIONE

INNOVAZIONE

La patria delle start up

La patria delle start up - Carlo Alberto Pratesi

Tutti conoscono l’esempio della Silicon Valley e il suo perfetto ecosistema, ma oggi si parla sempre più spesso di Israele - definita “start-up nation” nel recente libro di Senor e Singer - che oggi ha più aziende quotate al Nasdaq di Europa, Corea, Giappone, Singapore, Cina e India messe insieme. Il cuore della start-up nation è il campus del Technion , l’università battezzata da Albert Einstein, che ha vinto tre premi  Nobel negli ultimi sette anni.. In allegato il mio articolo uscito il 20 febbraio 2012 su Repubblica Affari & Finanza

technion valley technion valley [127 Kb]
07/06/2012 commenti (0)

Start Up Nation InnovAction Tour

Start Up Nation InnovAction Tour - Carlo Alberto Pratesi

Con un gruppo di colleghi e di studenti sono stato otto giorni in Israele per scoprire sul posto i segreti della "Start Up Nation". Abbiamo scoperto che la formula magica, per trasformare un territorio non più grande di una nostra regione in un fiorente ecosistema, sta nella giusta combinazione tra interventi pubblici e imprenditorialità privata. Una collaborazione che ha permesso al paese di far leva su un network universitario di prim’ordine, una mentalità pronta a valorizzare le idee e le diverse culture. Su repubblica.it ho pubblicato una piccolo diario del viaggio. 

20/03/2012 commenti (0)

Digital Advisory Group

Digital Advisory Group - Carlo Alberto Pratesi

Il 27 ottobre McKinsey & Company insieme alla American Chamber of Commerce in Italy ha presentato il rapporto DAG-Digital Advisory Group, una serie di riflessioni  sul tema della digitalizzazione per l'Italia avanzate da un gruppo del quale anche InnovAction Lab fa parte. Qui potete trovare il link al video con le nostre testimonianze.

 

28/11/2011 commenti (0)

Come si coltivano gli imprenditori

Come si coltivano gli imprenditori - Carlo Alberto Pratesi

Un tempo chi studiava aveva come obiettivo finale il posto fisso in azienda: più anni andava avanti, anche dopo la laurea, più alte erano le sue aspettative in termini di posizione e stipendio. Chi invece aveva un suo progetto imprenditoriale finiva gli studi molto prima (un esempio per tutti Steve Jobs). Oggi le cose sono cambiate, per due motivi: a) è sempre più difficile essere assunti, e quindi la creazione di una propria impresa (start up) è diventata una opzione plausibile per molti laureati; b) per fare impresa in mercati complessi, come sono quelli attuali, occorrono maggiori competenze e, quindi, più studio. Ecco perché tutte le migliori università e business school offrono corsi e sussidi per diventare imprenditori. Il mio articolo uscito su Affari & finanza del 19 settembre 2011

09/10/2011 commenti (0)

Giovani e Innovazione...

Giovani e Innovazione... - Carlo Alberto Pratesi

Sulla piattaforma Wind Business Factor una mia intervista rilasciata in occasione della finale di InnovAction Lab 2011. Ecco le principali regole per rendere competitivo un team di studenti. link

 

 

24/09/2011 commenti (0)

Innovare all'università

Innovare all'università - Carlo Alberto Pratesi

Stanno nascendo in varie università del mondo  iniziative pilota tese a formare laureati che sappiano realmente innovare: come la DSchool di Stanford, la Design Factory di Helsinky, o l’InnovAction Lab di Roma.  Il punto di partenza è sempre lo stesso: mettere insieme ingegneri, economisti, medici, sociologi, architetti, e chiunque altro sia necessario  per progettare soluzioni sostenibili, che coinvolgano come partner o sponsor le aziende e le  istituzioni. In allegato l'articolo che ho scritto per Affari & Finanza su questo argomento, mentre facendo click sul logo  potete vedere il video dell'evento di presentazione InnovAction Lab 2011: il primo percorso universitario di sviluppo delle capacità innovative. All'edizione 2011 partecipano oltre 100 studenti delle università di Roma Tre, Tor Vergata, Sapienza, Luiss e Campus Biomedico.  In premio study tour in Israele e Silicon Valley.. Qui potete vedere le slides che ho utilizzato il 12 maggio  nel mio intervento alla Sapienza su "come ridurre i rischi di insuccesso"

aaa aaa [333 Kb]
24/09/2011 commenti (0)

Design Thinking a Stanford

Design Thinking a Stanford - Carlo Alberto Pratesi
Come idea nasce nel 2003,  tra i padri c’è David Kelley. All’inizio era solo un progetto, senza neanche una vera a propria sede (tutti i materiali necessari per l’attività venivano semplicemente spostati su carrelli). Oggi ha un nome importante: Design School (DSchool) e una sede grande e modernissima, proprio dentro il campus di Stanford. “Paradossalmente il nostro nome non spiega quello che siamo – mi spiega George Kembel, ex imprenditore della Silicon Valley e ora executive director della DScholl – perché noi non insegniamo il design (almeno non nel senso comune del termine) e non siamo neanche una facoltà (school), infatti non abbiamo matricole, ma studenti che da ingegneria, medicina, scienze naturali o lettere chiedono di seguire i nostri corsi”....
kembel kembel [208 Kb]
14/12/2010 commenti (0)

Videointervista a Tom Kelley, General Manager IDEO

Videointervista a Tom Kelley, General Manager IDEO - Carlo Alberto Pratesi
Cosa vuol dire essere innovativi? Quanto siamo innovativi noi italiani? A Palo Alto ho incontrato il guru del design thinking che insieme al fratello David ha creato la società di consulenza più famosa al mondo in tema di innovazione...
12/12/2010 commenti (0)

Le promesse della open innovation

Le promesse della open innovation - Carlo Alberto Pratesi
Si dice che 110 anni fa Charles H. Duell, impiegato dell’ufficio brevetti statunitense, abbia pronunciato una celebre frase che suo malgrado è rimasta nella storia: “tutto ciò che si può inventare è già stato inventato”. Da allora ci sono susseguite una infinità di invenzioni fondamentali e oggi, forse più di prima, si ha la sensazione che molto ancora debba essere inventato (o forse re-inventato) per andare incontro ai mutati scenari ambientali e sociali. Ma innovare è sempre più costoso e richiede uno sforzo culturale e organizzativo che, specialmente le grandi imprese, non sono sempre disposte a sopportare....
Open Innovation Open Innovation [478 Kb]
03/12/2010 commenti (0)

Videointervista a Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia

Videointervista a Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia - Carlo Alberto Pratesi
L'ho incontrato al World Business forum e gli ho fatto due domande: come si deve usare Wikipedia quando si fanno le ricerche? e quale sarà il futuro dell'enciclopedia on line più grande al...